Scopriamo la Piazza della Gentilezza immaginata e condivisa dai bambini

Gli alunni della classe 5° della scuola primaria di Casalnuovo (Fg) insieme alla loro insegnante per la gentilezza, la docente Giovanna Porzio, partecipando ad un concorso, hanno immaginato di riqualificare con la gentilezza uno spazio pubblico, che é presente in ogni Comune, per contribuire a far vivere meglio gli abitanti delle comunità locali. Così nel corso di alcune lezioni, a scuola, gli alunni hanno unito le loro diverse idee, coprogettando la Piazza della Gentilezza. “Una piazza che oltre ad avere un bel nome, sensibilizza alla pratica della gentilezza coloro che la frequentano” spiega l’insegnante Porzio in qualità di portavoce dell’intera classe. Per fare ciò i bambini hanno previsto alcuni elementi quali le panchine viola, un muro della gentilezza dove i cittadini possano scrivere frasi e parole che scaldano il cuore, cestini per la raccolta differenziata dei rifiuti, piante e segnali con l’invito a mettere in atto comportamenti pro sociali, in modo che la piazza possa accogliere piacevolmente tutti i cittadini. Successivamente, in qualità di costruttrice di gentilezza, la maestra Porzio, d’accordo con i propri alunni, ha condiviso il progetto nell’ambito del Progetto Nazionale Costruiamo Gentilezza, proponendolo come buona pratica, mettendolo così a disposizione degli Assessori alla Gentilezza e dei Comuni interessati a realizzarlo per accrescere il benessere delle comunità. Come ogni buona pratica di gentilezza condivisa può essere adattata alle specifiche esigenze locali.

Quali saranno i primi Comuni a costruire la Piazza della Gentilezza proposta dai bambini?

 

 

Leggi la scheda della buona pratica di gentilezza

Guarda il video