A Pasturana la “Teca delle buone parole”

Nel pomeriggio di sabato 2 ottobre la Biblioteca di Pasturana “E. Arecco”, in collaborazione con la Pro Loco in miniatura, ha celebrato la giornata della gentilezza, organizzando nei giardini antistanti il palazzo comunale una giornata di giochi e riflessione, che ha visto protagonisti bambini e nonni.

La prima parte dell’evento è stata dedicata alla riscoperta dei giochi del passato, quali la corsa con i sacchi, il gioco della campana, quello dei birilli e degli elastici, il salto con la corda e lo yo-yo. Sono state allestite, a debita distanza, nel pieno rispetto delle disposizioni in materia di Covid-19, varie postazioni, una per ogni gioco, invitando nonni e bambini a cimentarsi in piccole gare, coinvolgendo i primi a spiegare le regole e la tecnica, insieme ai volontari della Biblioteca e della ProLoco.

La seconda parte del pomeriggio, invece, è stata dedicata alla riflessione sull’importanza della giornata e alla realizzazione della “teca delle buone parole”. Guidati da una volontaria, maestra della scuola d’infanzia del paese, i bambini hanno cercato di spiegare cosa intendono per gentilezza e quali sono i gesti gentili che ognuno di noi dovrebbe compiere ogni giorno. Aiutati dai nonni, hanno scritto su un biglietto una frase delicata, gentile appunto, che vorrebbero sentirsi dire per essere rassicurati o che vorrebbero dedicare ad un amico per confortarlo nei momenti difficili.

Tutti i biglietti sono stati letti dai nonni e dai nipoti e riposti nella “teca delle buone parole”, in esposizione all’ingresso del palazzo comunale, con l’intento di regalare una frase gentile a chiunque passi e con l’augurio che il messaggio si diffonda e vengano aggiunte nuove frasi gentili.

 

Alessia Carrea – Biblioteca comunale Eugenio Arecco