Danny Paolinelli

Località: Toscana / Borgo a Mozzano
Intervista conoscitiva

Vivo a Valdottavo con mia moglie Marta e una bimba di quasi tre anni. Ho un negozio di alimentari di cui sono il titolare e dove lavoro da quasi dieci anni. Sono sempre stato in prima linea nelle associazioni del mio paese, da sempre nella squadra degli amatori e dal 2009 al 2013 nel comitato paesano, prima da consigliere e poi da presidente. Nel 2014 sono stato eletto consigliere comunale con il gruppo di Missione Domani e nel 2019 mi è stata conferita la delega allo sport.

 

Come costruisci la gentilezza nella tua comunità locale?

Da anni gestisco un negozio di alimentari quindi sono sempre a contatto con i cittadini del mio comune, ogni giorno pertanto cerco di regalare un sorriso a chiunque entri nella mia bottega.

Da piccolo chi è stato il tuo esempio di gentilezza?

La mia mamma e la mia nonna, prima era loro che gestivano il negozio di alimentari. Già da piccolo ho respirato l’aria della gentilezza, il buongiorno che non mancava mai a nessuno, un sorriso a tutte le persone che entravano e quando era possibile anche un aiuto per le persone che si trovavano in difficoltà a fare la spesa.

Una parola gentile che usi sovente con i tuoi concittadini?

Buongiorno…sempre con il sorriso!

Come può la gentilezza rendere più unita la comunità mettendo al centro i bambini?

La gentilezza attraverso piccoli gesti della quotidiana può far riscoprire il senso civico, la voglia di condivisione e l’importanza di essere cortesi questo sviluppa e migliora le relazioni umane e sociali che uniscano la comunità. Ritengo che i bambini debbano essere circondati di gesti e azioni gentili per farsi che diventino cittadini predisposti all’empatia e alla positività.

Quando un cittadino si comporta con maleducazione verso la comunità, come lo correggeresti con la gentilezza?

Con il buon esempio, essere educati rafforza atteggiamenti gentili e rispettosi e poi con il dialogo far cambiare al cittadino perché ha compiuto tale gesto che potrebbe aver offeso qualcuno.

Come Assessore alla Gentilezza, cosa significa per te essere un costruttore di gentilezza?

Essere un costruttore della gentilezza per me significa coordinare progetti e buone pratiche sul tema della gentilezza insieme al Sindaco del comune Patrizio Andreucetti, la vicesindaca Roberta Motroni, Assessore alle Politiche Sociali e insieme a tutta l’amministrazione comunale. Iniziamo subito il 1 Giugno con l’inaugurazione della panchina viola dedicata alla gentilezza per poi continuare con attività di sensibilizzazione rivolte a tutta la comunità