Lamanna Alessandra

Località: Lombardia / Arcisate
Intervista conoscitiva

Conosciamo Alessandra Lamanna, Assessore alla Gentilezza di Arcisate (Va).

Secondo lei qual è il “compito” di un assessore/consigliere con delega alla gentilezza?

Il “compito” di un consigliere con delega alla gentilezza è sicuramente quello di essere il promotore di pratiche di buona educazione, pilastro fondante, per comunicare e relazionarsi al meglio con le Persone.

Secondo lei la gentilezza cosa può contribuire a prevenire?

La gentilezza può contribuire a prevenire atteggiamenti arroganti e di chiusura relazionale.

In cosa può essere considerato innovativo l’assessorato alla gentilezza?

L’Assessorato alla gentilezza può essere considerato innovativo rispetto ad una tendenza amministrativa ormai basata solo sul “botta e risposta” senza considerare l’importanza di un legame relazionale basato su ascolto e confronto.

La prima reazione che ha avuto quando ha saputo di avere ricevuto la delega alla gentilezza?

La prima reazione avuta in seguito alla delega ricevuta è stata una profonda riconoscenza, perché ho potuto cosí confermare a me stessa che aver imparato dei Valori quali il rispetto, l’educazione, la generosità e averli continuamente coltivati ha portato i suoi frutti. Questo mi permette di continuare a credere nell’importanza di tali Valori e provare a seminarli tra la gente.

Secondo lei in che modo la gentilezza può contribuire al benessere di una Comunità locale?

La gentilezza con le parole e i gesti che la richiamano (un sorriso, un grazie, un per favore, una stretta di mano) può cosí contribuire al benessere di una Comunità locale.

La parola gentile che pronuncia più spesso?

GRAZIE! Troppo spesso questa parola è considerata solo come sinonimo di cortesia, invece dire grazie è dimostrazione e segno di gratitudine. Un potere straordinario di condivisione con l’Altro.

Secondo lei in che modo la gentilezza può contribuire a crescere un bambino felice?

Un bambino può crescere piú felice sperimentando la gentilezza, a partire dai piccoli gesti quotidiani all’interno della propria famiglia. Sperimentando in seguito anche i Valori che le Istituzioni, scolastiche e religiose, hanno il dovere di insegnare loro.