Mereu Manuela

Località: Sardegna / Laconi
Intervista conoscitiva

Come costruisci la gentilezza nella tua comunità locale? 

Credo che non si possa essere gentili senza capacità di ascolto del prossimo, del cittadino, di  chiunque ci troviamo davanti. Pertanto chi è chiamato ad amministrare deve prima di tutto prestare  ascolto, ecco il il primo passo per costruire gentilezza. 

Da piccolo chi è stato il tuo esempio di gentilezza? 

Il mio esempio di gentilezza è stata la mia nonna materna, un donna minuta, ma molto intelligente  che con garbo e buone maniere aveva sempre la risposta a tutto, è stato il mio esempio da piccola,  ma anche ora che sono adulta. 

Una parola gentile che usi sovente con i tuoi concittadini? 

A disposizione per qualsiasi cosa e anche farò il possibile per risolvere il problema, gli amministratori sono sempre chiamati a risolvere problemi. 

Come può la gentilezza rendere più unita la comunità mettendo al centro i bambini? 

I bambini sono di per se esempio di gentilezza proprio per la loro innocenza, beati loro non devono faticare ad essere gentili, lo sono già, pertanto osservare proprio il loro modo di fare ed eliminare i  pregiudizi che noi adulti subito poniamo potrebbe essere un buon inizio. 

Quando un cittadino si comporta con maleducazione verso la comunità, come lo correggeresti con la gentilezza? 

Sinceramente non amo la parola correggere, non lo faccio mai, preferisco sempre contrapporre esempi, se qualcuno manifesta maleducazione io contrappongo sempre educazione e risposte  gentili, allo stesso modo invito i concittadini a rispondere con azioni caratterizzate da buon senso civico e amore per la cosa pubblica. 

Come Assessore alla Gentilezza, cosa significa per te essere un costruttore di gentilezza? 

Molto difficile questa risposta, costruttori di gentilezza oggi significa svolgere la propria carica politica, la propria professione, vivere la propria vita, con onestà prima di tutto e con sani valori. Solo partendo da questi principi riusciamo anche a essere gentili, c’è una frase che porto sempre con me che è questa:”il segreto della felicità è la libertà, il segreto della libertà è il coraggio”; solo i più  liberi e coraggiosi riescono ad essere gentili, pertanto la gentilezza è un modus agendi che non tutti  riescono a portare avanti e praticare.