Napoli Katiuscia

Località: Sicilia / Falcone
Intervista conoscitiva

Come costruisci la gentilezza nella tua comunità locale?

Parlare di gentilezza ai nostri giorni non è facile, ognuno di noi ha un ruolo importante nella propria comunità. È importante partire dai bambini e dai ragazzi, loro sono il nostro futuro, sono loro che faranno andare avanti il nostro paese, compito dunque delle istituzioni e non solo è puntare su di loro. Creando momenti in cui gli spiega in tanti modi che ESSERE GENTILE ti può fare stare meglio e può fare stare meglio gli altri.

Da piccolo chi è stato il tuo esempio di gentilezza?

Mia nonna materna, si chiamava Maria, lei mi raccomandava sempre di lasciare “un buon profumo” in ogni esperienza che avrei vissuto. Lei è il mio esempio di vita, non sarei quella che sono senza i suoi insegnamenti.

Una parola gentile che usi sovente con i tuoi concittadini?

La parola che uso più spesso è PER FAVORE. Diamo tutto per scontato, per dovuto ma non è così! Chiedere le cose con gentilezza fa si che chi deve offrire non solo sia più inviato a farlo, ma che lo faccia con il cuore.

Come può la gentilezza rendere più unita la comunità mettendo al centro i bambini?

Si parte da loro per far sì che crescano in una comunità sana, priva di pregiudizi. Se ai bambini si insegna a porgere sempre la mano, ad accogliere chi è in difficoltà, se gli si spiega che non ci si deve girare dall’altra parte quando qualcuno ha bisogno, loro saranno dei cittadini migliori domani!

Quando un cittadino si comporta con maleducazione verso la comunità, come lo correggeresti con la gentilezza?

In queste occasioni non è facile ricoprire questo ruolo, ma la maleducazione va combattuta e soprattutto affrontata, certo non con la stessa misura, quindi con il rispetto delle regole.

Come Assessore alla Gentilezza, cosa significa per te essere un costruttore di gentilezza?

Essere costruttore di Gentilezza in un momento storico come quello che stiamo vivendo,significa fare marcia indietro, riportare nella nostra comunità valori sani, che possono aiutare i nostri bambini, i nostri ragazzi, ma anche noi tutti a vivere in un paese che ha un unico obiettivo, cercare di rendere il più possibile vivibile il nostro futuro!

Certo non sarà facile, ma a piccoli passi tutto è possibile.