Fabbri Deborah

Località: Toscana
Ente: Imprenditore
Intervista conoscitiva

 

Come costruisci la gentilezza nella tua comunità lavorativa?

Attraverso l’ascolto, la pazienza e l’empatia. E’ necessario capire le situazioni, comprendere le caratteristiche di ogni persona per poter valorizzare gli aspetti positivi di ognuno.

 

Da piccolo chi è stato il tuo esempio di gentilezza?

Ogni persona che ha avuto nei miei confronti un gesto cortese e si è interessata alle mie inclinazioni. Non c’è una persona in particolare che riesco a identificare, ma ricordo momenti e situazioni.

 

Come può la gentilezza sul lavoro contribuire ad accrescere il benessere dei lavoratori e la produttività?

La sensibilità umana, un approccio educato e risolutivo, creano un clima di equilibrio anche quando i ritmi di lavoro sono molto sostenuti. Chi riceve una gentilezza non può che contraccambiare allo stesso modo.

 

Una parola gentile che usi sovente con i tuoi collaboratori?

“Respira”: una cosa per volta e le risolviamo tutte. “Come ti posso aiutare”?

 

Come Imprenditore della Gentilezza, cosa significa per te essere un costruttore di gentilezza?

Mettere in pratica piccole azioni quotidiane di utilità comune, utilizzare parole cortesi con le persone, ascoltare e cercare soluzioni condividendo umanamente il bisogno di ogni persona che rivolge una richiesta.

Forma e contenuto devono sostenersi a vicenda per essere autentiche e sentite.