Tozzi Federica

Località: Veneto
Ente: Libero Professionista
Intervista conoscitiva

Come costruisci la gentilezza nella tua comunità lavorativa?

Principalmente con l’ascolto e l’accoglienza. E con il sorriso.


Da piccolo chi è stato il tuo esempio di gentilezza?

La mia nonna. Nonna Pia è morta che ero ancora al penultimo anno di liceo, ne ho diversi ricordi…ma, mi viene da dire, non abbastanza! Non credo di averla mai sentita alzare la voce. I ricordi dei suoi abbracci e delle sue attenzioni sono fondamenta solide della mia vita.


Come può la gentilezza sul lavoro contribuire ad accrescere il benessere dei lavoratori e la produttività?

Mi viene da fare una riflessione su cosa sia la gentilezza: è una qualità del nostro agire che deriva da una qualità dell’essere e di come noi ‘stiamo’ nel mondo. Il valore principale che associo alla gentilezza è il rispetto. Valore che mi guida fortemente nel mio lavoro e in come mi relaziono con le persone. Credo che la gentilezza ne sia proprio espressione diretta. Un sistema che ha tra i suoi valori di riferimento il rispetto è un sistema in salute, dove tutto e tutti vivono in armonia e l’uno al servizio dell’altro. In tali sistemi i conflitti si superano con il dialogo, i problemi con la collaborazione e le soluzioni coraggiose, gli errori diventano occasioni di apprendimento e le persone sono valorizzate. Queste sono alcune delle caratteristiche di un sitema azienda produttivo in cui si sostiene il benessere lavoro-correlato.


Una parola gentile che usi sovente con i tuoi collaboratori?

Grazie


Come Imprenditore della Gentilezza, cosa significa per te essere un costruttore di gentilezza?

Significa innanzitutto dare l’esempio. Credo significhi anche comunicare con coraggio un messaggio chiaro di quali sono i valori che mi guidano nel mio lavoro, e dico con coraggio perchè non tutti gli imprenditori (a cui propongo i miei servizi) sono aperti ad abbracciare una cultura che ponga al centro la persona e che consideri il business anche come contributo/servizio alla società. A fronte di alcuni imprenditori con cui non entro in risonanza, ve ne sono altri però che hanno una chiara visione orientata a contribuire al benessere del mondo che li circonda e altri ancora che almeno sono aperti all’ascolto. Da tanti semini di gentilezza sparsi nel cammino…alcune piantine nasceranno!