Denaro Eleonora

Località: Calabria
Ente: Insegnante secondaria 1 grado
Intervista conoscitiva

Da piccola chi è stato il tuo “insegnante” di gentilezza?

Da bambina l’ Insegnante della Gentilezza è stata la mia insegnante di arte Paola, la quale mi ha insegnato tutto dalle pratiche della gentilezza , alle parole più appropriate per ogni singolo caso.

Come insegni agli alunni la gentilezza?

Insegno ai miei alunni la gentilezza, accogliendoli e facendoli sentire figli miei, perché ognuno di loro ha un proprio vissuto e il proprio carattere.

Una parola gentile che usi sovente con i tuoi alunni?

La parola gentile che uso sovente con i miei alunni è TI VOGLIO BENE, SEI UN/UNA GRANDE !

Come può la gentilezza aiutare bambini e ragazzi a vivere la scuola più serenamente?

La gentilezza riesce ad aiutare tutti quei bambini o tutti quei ragazzi , con le pratiche che io insegnante passo loro giorno giorno, la mia missione è quella di far vivere in loro una giornata speciale sempre.

Quando un alunno sbaglia, come lo correggi con la gentilezza?

quando un mio alunno sbaglia , cerco di correggerlo senza umiliarlo, ma facendogli capire l’errore con amore e gentilezza.

Cosa significa per te essere costruttore di gentilezza?

Per me essere Costruttore di Gentilezza significa Accogliere , Comprendere e andare incontro agli altri. Cadere e rialzarsi insieme, essere disponibili a qualsiasi cosa e per qualsiasi cosa. Essere amorevoli   e rispettosi verso gli altri. Un gesto o una parola gentile fa cadere i pregiudizi e liberare le nostre emozioni. La gentilezza è un valore morale e sociale , uno dei modi più semplici ed efficaci per trasformarci in esseri umani migliori. Io ogni giorno semino ed annaffio il corpo dei miei alunni con la comprensione per raccogliere i frutti della gentilezza, ed è in questa raccolta di frutti che mi sento Grata a loro per quello che mi danno.