Faustini Roberta

Località: Sicilia / Rometta
Intervista conoscitiva

di cosa ti occupi?

Sono insegnante di religione nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria presso l’Ic Enzo Drago e l’Ic Albino Luciani di Messina.

Una proposta per costruire gentilezza che proponi come socio di cor et amor?

Occorre innanzitutto essere gentili per poter spargere semi di gentilezza e poi raccoglierne i frutti. Uno sguardo, un gesto, una parola gentile per chiunque ci stia accanto, anche quando questo gesto non sembra essere accettato. Propongo un giorno alla settimana in cui ognuno si impegna a guardare con il cuore chi ci sta attorno e a porgere l’orecchio alle sue silenziose necessità, riscoprendo così l’empatia; propongo il giorno dell’”Ascolta il cuore col cuore”.

Cosa significa per te costruire gentilezza con il cuore e con amore?

Significa fare della gentilezza un modo di essere, non solo un valore a cui credere.

come promuoverai Costruiamo Gentilezza sul tuo territorio?

Ho già contattato un assessore comunale del mio comune (Rometta) comunicandogli la vostra iniziativa riguardante l’”Assessore della gentilezza”. Oltre al mio ruolo di insegnante sono, assieme a mio marito, catechista. Siamo inoltre scrittori. Molte sono dunque le possibilità che ci permettono di “comunicare gentilezza” e, aiutata dalla vostra associazione, siamo pronti a promuovere nuove iniziative.

Una regola di gentilezza che è importante conoscere?

Credo che la base di ogni rapporto umano sia l’ascolto, accompagnato da bel sorriso. Come diceva Madre Teresa di Calcutta “non sapremo mai quanto bene può fare un semplice sorriso”.

Cosa significa essere associata a Cor et Amor?

È un buon concime per alimentare la linfa che scorre dentro di noi: l’amore. È la forza di sapere che non siamo soli e che un’umanità migliore è possibile, perché già dentro di noi.

Come è comparsa la gentilezza nella tua vita?

L’esempio sono stati i miei genitori, sempre gentili e disponibili con tutti. Poi il Signore mia ha chiamata ad essere “matita nelle sue mani”, e da quando sono diventata mamma e insegnante, vedo nei bambini la fiamma di quell’amore incondizionato e senza riserve che è necessario alimentare.

Chi rappresenta per te un buon esempio di gentilezza?

Sono tante le persone che ricordo con ammirazione. In generale, chiunque riesca a rispondere alla violenza con l’amore, allo scherno con un sorriso, al pianto con una carezza.

Una citazione sulla gentilezza che ricordi volentieri?

“La gentilezza è il linguaggio che il sordo può sentire e il cieco può vedere “. Mark Twain