Palma Anna Maria

Località: Toscana / Firenze
Intervista conoscitiva

Di cosa ti occupi?

Sono Anna Maria Palma, Professional Counselor e Coach di intelligenza emotiva nella relazione di aiuto e consulenza nelle organizzazioni. Gentilmente ostinata a divulgare il senso della possibilità, la cultura della cura delle parole, un ascolto profondo e consapevole, la pratica dell’attenzione per garantire presenza, la premura incondizionata per gli esseri umani con cui vengo in contatto.

Una proposta per costruire gentilezza che proponi come socio di cor et amor?

Continuare a proporre quanto sto facendo con incontri sistematici e continuativi, corsi e seminari sul tema della gentilezza e della gentilezza nelle relazioni digitali

Cosa significa per te costruire gentilezza con il cuore e con amore?

Avere una speciale cura nello scegliere le parole con cui ci esprimiamo, connettersi profondamente con le diverse entità umane che incontriamo per mettersi realmente nei loro panni, trattare bene e trattarmi bene, “praticare” gentilezza costantemente in ogni gesto quotidiano, per quanto piccolo esso sia.

Come promuoverai Costruiamo Gentilezza sul tuo territorio?

Come sto già facendo da anni, con i libri che ho scritto sul tema, uno dei quali è stato considerata a livello universitario, soprattutto con gli interventi sistematici di cui ho detto sopra, facendo formazione agli insegnanti essendo collaboratrice di Bimed, associazione accreditata dal MIUR

Una regola di gentilezza che è importante conoscere?

Rispetto delle differenze e delle preferenze, non ricorso alla forza, nessun tipo di forza, nessuna dose seppur minima di maltrattamento, neanche verbale, soprattutto nei confronti dei nuovi arrivati

Cosa significa essere associata a Cor et Amor?

Condividere intenzioni e proposte per divulgare in maniera più capillare la cultura e soprattutto la pratica della gentilezza, privilegiando il cuore piuttosto che la testa, per tutelare e garantire sempre affettività autentica.

Come è comparsa la gentilezza nella tua vita?

La vocazione che ho sempre sentito per l’importanza delle relazioni umane mi ha stimolato a scegliere linguaggi e comportamenti gentili come tratti caratteristici della mia personalità.

Ho cominciato ad occuparmene professionalmente, dopo aver incontrato nel mio lavoro nelle organizzazioni tantissime persone che denunciavano una sottile, ma significativa sofferenza: quella di non essere considerati, di non essere riconosciuti, di essere ignorati o esclusi.

Chi rappresenta per te un buon esempio di gentilezza?

Fra le persone storiche diverse, Adriano Olivetti per le organizzazioni, forse Gibran o Tagore, ma fra i viventi Virginio De Maio che mi testimonia costantemente la possibilità di essere gentile come persona e come imprenditore. E’ titolare dell’organizzazione Il cinema Insegna e Filmatrix Life.

Una citazione sulla gentilezza che ricordi volentieri?

“Ovunque ci sia un essere umano vi è la possibilità per una gentilezza.” Seneca

«Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile».  Platone