Laurenzi Gianmaria

Località: Lombardia
Ente: Calcio e Rugby
Intervista conoscitiva
Come alleni i giocatori alla gentilezza?
Il mio impegno in ambito sportivo è rivolto principalmente al mental training con ragazzi in età adolescenziale fino all’età adulta.
Principalmente alleno i giocatori alla gentilezza spiegando loro, passo per passo, come lavorare su alcuni principi e pilastri della squadra come fiducia, coraggio, rispetto, altruismo e determinazione. Principi utili in campo e necessari nella vita di tutti i giorni.
Da piccolo chi è stato il tuo “allenatore” di gentilezza?
Da piccolo il mio allenatore è stato il marinaio nel circolo velico dove praticavo sport.
Una parola gentile che usi sovente con i tuoi giocatori?
I miei giocatori sanno che un abbraccio o una carezza spesso valgono più di mille parole.
Come può la gentilezza aiutare i bambini a vivere lo sport più serenamente?
Lo sport è scandito da regole e tempi. È necessario fare capire che c’è il momento per l’impegno, ma ci deve essere, e non deve mancare mai, anche il momento del divertimento.
Quando un giocatore sbaglia, come lo correggi con la gentilezza?
Il dialogo, una battuta, una pacca sulla spalla sono il vero modo per correggere qualsiasi errore.

 

 

 

Grazie.