Marabotti Matteo

Località: Trentino Alto Adige
Ente: Pallacanestro
Intervista conoscitiva

Come alleni i giocatori alla gentilezza?

Cerco sempre di avere un rapporto molto aperto e positivo con i giocatori delle mie squadre. Nei miei allenamenti (direttamente o indirettamente) c’è sempre qualche gioco che porta a sviluppare la collaborazione e il rispetto degli altri. Certo, non mancano le sfide e il mettersi in gioco, ma senza mai dimenticare che in un gruppo tutti sono importanti per crescere. 

Automaticamente i ragazzi e le ragazze vivono lo sport in maniera serena rispettandosi a vicenda. Ovviamente è importante dare sempre il buon esempio in primis!

Da piccolo chi è stato il tuo “allenatore” di gentilezza?

Sicuramente il mio istruttore di minibasket Raffaele. 

Ho un bellissimo ricordo di lui e della squadra in cui giocavamo… Eravamo piuttosto scarsi tecnicamente, ma eravamo un ottimo gruppo. “Rispetto”, “Serenità”, “Amicizia” sono stati i valori che hanno contraddistinto i miei primi anni di sport…

Una parola gentile che usi sovente con i tuoi giocatori?

Direi che sono due le parole gentili che utilizzo di più: “grazie” e “insieme”. Parole importantissime secondo me…

Come può la gentilezza aiutare i bambini a vivere lo sport più serenamente?

Sicuramente l’essere gentili con gli altri porta inevitabilmente ad aiutarsi a vicenda… Questa collaborazione a sua volta porta ad uno scambio di idee e al superamento di molte difficoltà. In questo modo si supera lo stress che a volte può derivare dallo sport! 

Quando un giocatore sbaglia, come lo correggi con la gentilezza?

Un giorno qualcuno mi disse questa frase che mi è sempre rimasta molto impressa: “Sicuramente sbaglieremo! E’ impossibile non sbagliare niente… Ma dobbiamo essere bravi a limitare gli errori e nel caso dovessimo comunque commetterli, cercare di risolverli insieme nel minor tempo possibile!” Direi che questa frase racchiude la risposta alla domanda… Sbagliare è umano, e non è un problema… Perchè INSIEME possiamo superare qualunque ostacolo!