Dalla Vecchia Michela

Località: Veneto
Ente: Insegnante secondaria 1 grado
Intervista conoscitiva

Da piccola chi è stato il tuo “insegnante” di gentilezza?

Fortunatamente ne ho avuti molti, a partire dalla scuola primaria, fino alla secondaria di secondo grado e anche all’università.

Come insegni agli alunni la gentilezza?

Sicuramente con l’esempio che, spero, sia sempre (o quasi) presente.

Una parola gentile che usi sovente con i tuoi alunni?

“Per favore” può sembrare scontata, ma purtroppo non lo è.

Come può la gentilezza aiutare bambini e ragazzi a vivere la scuola più serenamente?

Mettendoli a loro agio anche in situazioni che possono provocare in loro ansia e tensione.

Quando un alunno sbaglia, come lo correggi con la gentilezza?

Ripetendogli la versione corretta della risposta, anche più volte.

Cosa significa per te essere costruttore di gentilezza?

Significa cercare, nel mio piccolo, di rendere questo mondo spesso ostile un posto un po’ più accogliente e sereno.