Lisitano Gianna

Località: Valle d'Aosta / Oyace
Intervista conoscitiva

Una proposta per costruire gentilezza che proponi come socio di cor et amor?

Insegnare la gentilezza ai bambini, spiegare loro l’importanza di questa parola, verso sé stessi e gli altri. Loro sono il nostro futuro.

Cosa significa per te costruire gentilezza con il cuore e con amore?

Proporsi agli altri con semplicità, donare l’esperienza che la vita ci ha dato, a volte anche un’esperienza negativa può essere condivisa, bisogna trovare il lato buono di ogni cosa.

Come promuoverai Costruiamo Gentilezza sul tuo territorio?

Insieme al mio Comune, alla biblioteca del mio paese, con la collaborazione della scuola, sono una persona piena di idee, alcune sono già state messe in atto, altre sono pronta a proporle. Una regola di gentilezza che è importante conoscere? Il rispetto altrui.

Cosa significa essere associata a Cor et Amor?

Una novità, un piccolo cambiamento di vita, andare oltre alla quotidianità che questa vita spesso ci impone.

Come è comparsa la gentilezza nella tua vita?

Con la cosa più brutta che la vita ti possa imporre. La perdita di mia figlia. Ho scoperto la sensibilità delle persone, la vicinanza, la vera amicizia. Il dolore che viene avvolto da un immenso abbraccio di chi ti ama.

Chi rappresenta per te un buon esempio di gentilezza?

Proprio mia figlia Gaia, che si è sempre messa in prima linea per tutti, che insegnava cosa significasse doversi sempre rialzare anche quando fai fatica, con umiltà e senza piangersi addosso.

Lei per me è stata una grande maestra di vita, solitamente è il contrario.

Una citazione sulla gentilezza che ricordi volentieri?

“Niente capita a nessuno, che questi non sia per natura in grado di reggere”. Cit Imp. Marco Aurelio