Costruiamo Gentilezza

Nardino Adele Incoronata

Località: Puglia / Apricena
Intervista conoscitiva

ASSOCIATA N° 109-2022

Insegnante presso la scuola primaria dell’Istituto Comprensivo “Torelli-Fioritti” di Apricena (Fg) regione Puglia.

Una proposta per costruire gentilezza che proponi come
socio di cor et amor?
 Sono insegnante della Gentilezza dal 2020 e sono socia dell’associazione Cor et Amor che ha come obiettivo quello di mettere al centro della comunità il benessere dei bambini. Come insegnante ogni mia azione didattica è un momento di Gentilezza finalizzata a far emergere la bellezza interiore dei bambini togliendoli dalla volgarità e dalla bruttezza. Come già affermava Dante Alighieri “La Gentilezza è nobiltà d’animo” e quindi, come insegnante dono Gentilezza attraverso gesti gentili e buone pratiche gentili finalizzate ad accrescere il benessere dei bambini e di tutta la comunità. Contribuisco a diffondere Gentilezza ogni qual volta con gentili comportamenti si riesce a contrastare il fenomeno del bullismo, ogni qual volta sviluppo l’ascolto, l’aiuto reciproco, accogliendo tutti, ogni qual volta nasce il rispetto per gli altri. Dono Gentilezza ogni qual volta i bambini interiorizzano azioni e modi di essere che fanno nascere l’amicizia.
Cosa significa per te costruire gentilezza con il cuore e con amore?
Costruire Gentilezza con il cuore e con amore significa empatia: abilità di vedere il mondo attraverso gli occhi di un altro, capirlo nella sua prospettiva. Essa si traduce in gesti sinceri che non hanno secondi fini. Le parole possono avere molto peso e significato quindi sceglierle con cura è il segreto per essere gentili. Frasi come: “Sono qui per te”, “Puoi farcela” possono far sentire qualcuno meglio, più sicuro e più felice.
Come promuoverai Costruiamo Gentilezza sul tuo territorio?
La Gentilezza si impara dal buon esempio. Il buon esempio parte dalla famiglia e si irradia al resto delle attività sociali, dalla scuola alle attività sportive generando un effetto domino ricordando che la Gentilezza é contagiosa. Il fine della Gentilezza dev’essere quello di sviluppare proprio nei bambini quelle positività per poi portarle avanti nella vita adulta così da far crescere persone più serene, felici, disponibili alle esigenze degli altri.
Una regola di gentilezza che è importante conoscere?
Una buona regola della Gentilezza é saper ascoltare e saper tirare fuori il meglio da ciascuno. Questa la definirei “regola speciale della Gentilezza” che tutti dovrebbero riscoprire per allargare la vita della serenità.
Cosa significa essere associata a Cor et Amor?
Essere associata” significa diffondere soprattutto in questo periodo di pandemia, di guerra il sorriso essendo la migliore medicina del mondo, del cuore, è la prima espressa di accoglienza. Donare un sorriso a chiunque trovi sulla strada non costa niente ma può valere tanto per la persona che lo riceve. Charlie Chapin diceva che “Un giorno senza sorriso è un giorno perso”.
Come è comparsa la gentilezza nella tua vita?
In famiglia, è una qualità genetica che mi ha permesso di capire quanto sia bello ricevere anche un piccolo gesto gentile da qualcuno che mi è vicino o inaspettato.
Chi rappresenta per te un buon esempio di gentilezza?
Ognuno di noi può essere un esempio di Gentilezza, l’importante è tirar fuori il meglio che è in ognuno di noi.
Una citazione sulla gentilezza che ricordi volentieri?
“La Gentilezza è la catena d’oro con la quale la società viene tenuta insieme” così affermava Goethe, quindi è un elemento essenziale per tenere insieme le persone, per far crescere e recuperare il grande patrimonio di rapporti umani che possediamo, per poter vivere bene con noi stessi e con gli altri.