Una panchina Viola nel Paese delle Fiabe

Il Comune di Rapone ha aderito alla Settimana Nazionale delle Panchine Viola, nell’ambito del Progetto Nazionale Costruiamo Gentilezza.

Il luogo scelto per installare questo simbolo di rispetto, comprensione e fiducia verso l’altro è la Villa Comunale. Luogo di incontro ed aggregazione per tutta la comunità che da qualche settimana ha rinnovato il suo aspetto con l’ampliamento del parco giochi per i più piccoli e l’inserimento di panchine colorate a tema che riprendono l’identità culturale di questo piccolo borgo. Proprio in questa occasione è stato scelto di dedicare una di queste panchine al tema della gentilezza, poiché questo nostro antico borgo Lucano è caratterizzato da un insieme ricchissimo di leggende, racconti, credenze e tradizioni orali, nate proprio per educare le generazioni future sull’importanza dei fondamenti centrali della vita sociale, dei quali il rispetto e la cura del prossimo attraverso atti di gentilezza e cordialità ne sono di certo una parte fondamentale.

 

Il 22 giugno dalle ore 17:00 alla presenza del Sindaco Felicetta Lorenzo, del Consigliere Donato Angelillo insignito della Delega alla Gentilezza, della Consigliera Nunzia De Luca ed in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale è stata inaugurata la prima panchina viola della gentilezza.

Il meraviglioso discorso del Sindaco è stato rivolto soprattutto ai più piccoli componenti della comunità, con l’invito a perseguire la via gentilezza e dell‘armonia attraverso parole e azioni gentili poiché ci aiutino a continuare a vivere in una società sana, fruttuosa e responsabile.

 

Dopo il saluto del delegato alla gentilezza,  la presentazione del progetto  e il simbolico taglio del nastro sono stati invitati tutti i partecipanti all’evento a proporre altre parole da aggiungere a quelle presenti sulla panchina viola, poiché la panchina che oggi riporta il testo “Le Parole della Gentilezza” ed alcune sue espressioni simbolo, è stata concepita proprio per poter essere completata con parole e frasi suggerite dalla comunità in modo da poter divenire un simbolo condiviso e amato da tutti.

La panchina è poi divenuta “palcoscenico” di fiabe e racconti sulla gentilezza, magistralmente interpretate dagli animatori dell’Associazione il Cerchio Magico. I piccoli spettatori seduti intorno alla panchina, dopo aver ascoltato e interagito con gioia alla lettura, si sono cimentati in filastrocche e balli di gruppo che hanno trasmesso una diffusa armonia.

Al centro della Villa sono strati disposti i tavoli per il laboratorio creativo, durante il quale sono stati realizzate delle girandole in carta pesta, attraverso le quali i giovani partecipanti all’evento hanno potuto esprimere la loro creatività e i loro sentimenti, scrivendo sulle coloratissime strisce di carta le frasi che secondo loro più rappresentavano la gentilezza. Appena terminate queste meravigliose “piccole opere d’arte” le hanno agitate instancabilmente, scorrazzando felici nel parco comunale, sotto lo sguardo divertito dei genitori e di tutti i numerosi partecipanti alla manifestazione. Sono seguiti giochi socio-educativi e di intrattenimento musicale.

È stata una stupenda giornata all’insegna dell’allegria e dell’altruismo che ha riscontrato inoltre una forte partecipazione. Siamo certi che celebrare la gentilezza significa mantenere vivo un modello sociale che nella nostra comunità è sempre stato presente e che abbiamo il compito di preservare e trasmettere alle generazioni future. Questo semplice simbolo ricorderà ai noi tutti uno dei valori fondamentali del buon vivere.

 

Scopri dove si trovano le panchine viola color gentilezza in Italia e come fare per inaugurarne una. 

Condividi la tua esperienza di quando ti sei seduto su una panchina viola nel gruppo social dedicato.